Tutto quanto fa ex libris
Random header image... Refresh for more!
Pubblicità

Il PF 2013 di Valerio Mezzetti

L’ultima donazione pubblicata risale al 23 dicembre 2012: il PF 2013 di Vincenzo Piazza.

L’indice generale delle donazioni, relativo al sito vecchia maniera, è qui.

Il nuovo indice è qui.

Ricordiamo che tutte le grafiche donate saranno segnalate. Quelle giudicate più interessanti saranno riprodotte, compatibilmente con i tempi di lavorazione del sito.
N.B. Le dimensioni NON sono 1:1.

Donazione del 29 dicembre 2012

PF 2013, “L’albero di Nozzano”

Artista: Valerio Mezzetti (ricerca con WordPress: Valerio Mezzetti)
Titolare: n.d.
Anno di esecuzione: 2012
Tecnica impiegata: xilografia
Tiratura: 30
Dimensioni della superficie stampata, in millimetri: (hxb) 132×96

Il PF 2013 di Valerio Mezzetti - "L'albero di Nozzano"

Il PF 2013 di Valerio Mezzetti – “L’albero di Nozzano”

Per saperne di più sulle modalità e finalità delle donazioni, vi rimandiamo alla pagina donazioni di ex libris, grafiche libere e d’occasione.

Grazie a: Valerio Mezzetti

29 December 2012   Comments Off on Il PF 2013 di Valerio Mezzetti

Ortona, Giornata della Memoria 2012.

Dal comunicato stampa.

Giornata della Memoria 2012

Sabato 28 Gennaio 2012 ore 17.30

Museo Ex Libris Mediterraneo
Complesso Monumentale di S. Anna – Ortona

Storie nel tempo, Mail art e parole

Conferenza con proiezioni e letture
a seguire inaugurazione della mostra

Programma

Introduce Carlo Sanvitale, Presidente del Museo Ex Libris Mediterraneo
Relatore Cristiano Beccaletto, Direttore artistico del Museo Ex Libris Mediterraneo
Le poesie e i disegni dei Bambini di Terezin.
Mail art di artisti contemporanei dedicate alla Giornata della Memoria.
Poesie contemporanee.
Lettura di passi dal libro di Dante Fangaresi “Dieci settimane a San Sabba”.

Saranno esposte in mostra anche le mail art dello scorso anno.

Artisti:

Ettore Antonini – Liliana Bastia – Cristiano Beccaletto – Luigi Casalino – Furio de Denaro – Danila Denti – Vladimiro Elvieri – Federica Fiorenzani – Mariano Kravos – Lanfranco Lanari – Valerio Mezzetti – Nicola Ottria – Vincenzo PiazzaPiedra – Luciano Ragozzino – Tiziana Rosmini – Pietro Paolo Tarasco – Elisabetta Viarengo Miniotti.

Letture: Poesie dei Bambini di Terezìn. Brani scelti dal libro di Dante Fangaresi «Dieci settimane a San Sabba». «Occhi solo occhi» di Valeria Spallino e «Aharon dipinge aurore» di Cristiano Beccaletto.

Dal 2008 il Museo ha proposto una manifestazione per la Giornata della Memoria.
2008 – Michel Fingesten, un grido contro i nemici dell’umanità
2009 – la manifestazione non si è svolta
2010 – L’arte in esilio,  artisti ed intellettuali tedeschi in fuga dalla persecuzione
2011 – Corrispondenza e opere dall’internamento, mail art di artisti contemporanei

Anche per il 2012 il Museo propone una mostra e una conferenza dedicate alla Giornata della Memoria. Il titolo dell’evento è: Storie nel tempo, mail art e parole.
Artisti e poeti sono per loro natura uomini liberi. In particolare di fronte ad eventi come la guerra, la privazione della libertà, il sacrificio di innocenti, lo sterminio, fanno emergere dall’intimo la voce del loro dissenso oppure, nel caso dell’evento proposto dal Museo, ricordano con la loro arte i tragici eventi dell’Olocausto. La creatività è allora una sorta di testimone del tempo, un racconto per immagini e parole delle vicende. Immagini e parole che sono frutto di letture, visione di filmati e fotografie, documenti storici. Una storia ormai sedimentata nel tempo.
Altra cosa sono le testimonianze di chi ha vissuto quel tempo e quegli avvenimenti, i testimoni, attori a forza, loro malgrado. Molti di loro, come i Bambini di Terezìn, trovarono un modo per essere “liberi” scrivere e disegnare il loro dramma. Quasi che volessero raccontare a quelli che sarebbero venuti dopo la loro storia, per non essere dimenticati. Appare chiaro allora che artisti e poeti (per non dire anche di scrittori, attori, registi) abbiano ricevuto quel messaggio e vogliano con le loro opere continuare il cammino nel tempo.
Solo un centinaio di bambini sopravvissero a Terezìn, Alena Synkova – nata a Praga nel 1926 ed ancora vivente – era una di loro. Dopo la liberazione ha studiato psicologia e si è occupata dei minori traumatizzati da esperienze simili alla sua. Ancora oggi, nonostante l’età avanzata, lavora in difesa dei bambini con la stessa energia dimostrata ai tempi della prigionia.
Sopravvisse anche Dante Fangaresi – un giovane militare allora ventenne suo malgrado travolto da un’avventura che non avrebbe mai immaginato di vivere – che ha pubblicato un libro documento autobiografico “Dieci settimane a San Sabba”. Saranno letti alcuni brevi passi del libro.
Le mail art di alcuni artisti contemporanei, le poesie, i Bambini di Terezìn, la Risiera di San Sabba, sono la testimonianza di come l’arte e la scrittura siano utili a quella umana memoria collettiva che si auspica illumini il cammino delle future generazioni. Affinché nessuno dimentichi.

Cristiano Beccaletto, "Aharon dipinge aurore", Giornata della memoria 2012.

Cristiano Beccaletto, "Aharon dipinge aurore", Giornata della memoria 2012.

Danila Denti, "Giornata della memoria 2012".

Danila Denti, "Giornata della memoria 2012".

Ettore Antonini, "Giornata della memoria 2012".

Ettore Antonini, "Giornata della memoria 2012".

Federica Fiorenzani, "Giornata della memoria 2012".

Federica Fiorenzani, "Giornata della memoria 2012".

Furio de Denaro, "Giornata della memoria 2012".

Furio de Denaro, "Giornata della memoria 2012".

Lanfranco Lanari, "Giornata della memoria 2012".

Lanfranco Lanari, "Giornata della memoria 2012".

Luciano Ragozzino, "Giornata della memoria 2012".

Luciano Ragozzino, "Giornata della memoria 2012".

Luigi Casalino, "Giornata della memoria 2012".

Luigi Casalino, "Giornata della memoria 2012".

Mariano Kravos, "Giornata della memoria 2012".

Mariano Kravos, "Giornata della memoria 2012".

Piedra, "Giornata della memoria 2012".

Piedra, "Giornata della memoria 2012".

Tiziana Rosmini, "Giornata della memoria 2012".

Tiziana Rosmini, "Giornata della memoria 2012".

Valerio Mezzetti, "Giornata della memoria 2012".

Valerio Mezzetti, "Giornata della memoria 2012".

Elisabetta Viarengo Miniotti, "Giornata della memoria 2012".

Elisabetta Viarengo Miniotti, "Giornata della memoria 2012".

 

29 January 2012   Comments Off on Ortona, Giornata della Memoria 2012.

Presentazione opuscolo: Il segno inciso 2001-2001

Titolo: Il Segno Inciso 2001-2011.
Prezzo di copertina: n.d.
Dati: 12pp. – ill. – in 24° – in italiano
Anno: 2011
Editore: Museo della Grafica
ISBN: n.d.

Redazione: Alice Tavoni

Referenze fotografiche e progettazione grafica: Simona Bellandi e Elda Chericoni
Laboratorio Fotografico del Dipartimento di Storia delle Arti

Ho ricevuto da pochi giorni il bell’opuscolo, che il Museo della Grafica di Pisa ha voluto dedicare alla mostra “Il segno inciso”.

Sono pubblicati i profili e una stringata selezione di opere di tre artisti: Furio de Denaro, Federica Fiorenzani, Valerio Mezzetti.

Di seguito riporto i tre saluti istituzionali.

“Il segno inciso”, iniziativa nata nel 2001 dalla collaborazione tra il Comune di Pisa, il Liceo Artistico “F. Russoli”, la Soprintendenza B.A.P.P.S.A.E. e il Dipartimento di Storia delle Arti dell’Università di Pisa rappresenta una delle più significative esperienze didattiche legate all’incisione e alla grafica, unendo, in variate espressioni tecniche e tematiche, percorsi formativi scolastici e universitari.

Dedicata all’Ex Libris, l’edizione 2011 è accolta nelle sale del Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi, dove sono esposti i lavori degli allievi del corso (tra cui Federica Fiorenzani, che ha iniziato proprio con “Il segno inciso” per divenire artista ormai affermata) accanto ad una suggestiva selezione di opere dei docenti Furio de Denaro e Valerio Mezzetti. Artisti di diverse generazioni che si confrontano in un genere la cui grande attualità e vitalità è documentata anche da importanti raccolte presenti nel territorio, come la collezione Cauti della Provincia di Pisa.

Un ringraziamento a quanti hanno reso possibile non solo l’edizione di oggi, ma soprattutto i dieci anni di storia de “Il segno inciso”: in particolare ad Anna Bocco, Maria Giulia Burresi, Furio de Denaro, Ilario Luperini, Valerio Mezzetti, Manuela Paschi, Lucia Tongiorgi Tomasi.

Il direttore scientifico del Museo della Grafica
Alessandro Tosi

 

“Il segno inciso”, nella sua ricorrenza ormai decennale, ha rappresentato per il Liceo Artistico “F. Russoli” un momento prezioso di collaborazione tra gli enti culturali più significativi della città, il Comune, l?Università e la Soprintendenza. All’interno di percorsi didattici sulle tecniche incisorie, con il contributo fondamentale di Furio de Denaro, il Liceo Artistico “F. Russoli” ha saputo offrire le sue strutture e le competenze dei suoi insegnanti (primo tra tutti Valerio Mezzetti) al servizio di un innalzamento della qualità degli apprendimenti. D’altra parte il buon governo di una scuola non può che passare da questo tipo di collaborazioni con il proprio territorio. Con l’impegno e l’augurio che questa esperienza di “manualità colta”, come la definì ai suoi esordi l’allora preside Ilario Luperini, possa continuare ad arricchire il bagaglio culturale dei nostri allievi, con un più ampio respiro anche sul territorio nazionale, oltre che cittadino.

La dirigente del Liceo Artistico “F. Russoli” di Pisa e Cascina
Gabriella Giuliani

 

La Soprintendenza è lieta di partecipare ancora una volta al progetto “Il segno inciso”, promosso dal Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi con il supporto del Comune di Pisa, dell’Università di Pisa e del Liceo Artistico “F. Russoli”.

La mostra, incentrata sul tema degli Ex Libris, presenta opere realizzate da Furio de Denaro, Valerio Mezzetti e Federica Fiorenzani, assieme ai lavori realizzati dagli allievi del corso “Il segno inciso” tenuto dallo stesso de Denaro.

È in questo appuntamento nuovamente sottolineata l’importanza della grafica, settore meno frequentato dal grande pubblico ma di rilevanza straordinaria anche in riferimento alla diffusione della produzione artistica a un ampio pubblico.

Il raffinato ramo degli Ex Libris è rappresentato da artisti che da anni ne indagano le potenzialità espressive: la partecipazione di Furio de Denaro, in particolare, riconferma una collaborazione avviata da tempo e costituisce una nuova, importante occasione di confronto con un artista affermato a livello internazionale.

Il Direttore dei Musei Nazionali Pisani
Dario Matteoni

 

Museo:

Museo della Grafica
sede: Palazzo Lanfranchi
Lungarno Galilei, 9
56125 Pisa

Orario di apertura: lunedì chiuso
martedì – venerdì: ore 10.30 – 12-30 / 16.30 – 18.30
sabato e domenica: 10.30 – 18.30

Telefono: +39 050 22 16 060
Fax: +39 050 22 16 065
email: museodellagrafica@adm.unipi.it

Web:

http://www.museodellagrafica.unipi.it/


(Artifex ha ricevuto una copia omaggio della pubblicazione presentata)

26 November 2011   Comments Off on Presentazione opuscolo: Il segno inciso 2001-2001

“Il segno inciso 2011: l’ex libris”.

Dal comunicato stampa.

Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi Pisa

“Il segno inciso 2011: l’ex libris”

La S.V. è invitata Giovedì 29 settembre 2011, alle ore 11, al Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi dove, per il decennale dell’iniziativa “Il segno inciso”, si terrà l’inaugurazione della mostra

“Il segno inciso 2011: l’ex libris”

Esporranno: De Denaro Furio, Fiorenzani Federica, Mezzetti Valerio e gli allievi del corso.

Le opere resteranno in mostra dal 29 settembre al 16 ottobre 2011.

L’orario di visita è dal martedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30; sabato-domenica dalle 10.30 alle 18.30. Lunedì chiuso. Accesso diversamente abili.
Per ulteriori informazioni, chiamare:
Museo della Grafica, Palazzo Lanfranchi – Lungarno Galilei, n. 9
tel. 050-2216060 – 2216062 – 2216066
oppure inviare una e-mail all’indirizzo E-mail: museodellagrafica@adm.unipi.it

Sito Web: http://www.museodellagrafica.unipi.it

Il segno inciso 2011

Il Museo della Grafica di Pisa ospita la mostra “Il segno inciso”, iniziativa realizzata grazie alla collaborazione con il Comune di Pisa, il Liceo Artistico “F. Russoli”, la Soprintendenza ai Beni Culturali e il Dipartimento di Storia delle Arti dell’Università di Pisa.

A dieci anni dalla sua nascita, “Il segno inciso” è diventato un momento di riflessione fondamentale sull’insegnamento delle tecniche incisorie e grafiche che coinvolge studenti degli Istituti superiori e dell’Università e che mette a confronto artisti affermati di diverse generazioni con giovani allievi.

Da questo incontro di creatività nasce quest’anno la mostra dedicata agli Ex Libris che si inaugura giovedì 29 settembre alle ore 11 nelle suggestive sale del Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi. L’evento espositivo presenta centodieci opere su carta realizzate da Furio De Denaro e Valerio Mezzetti, docenti del corso “Il segno inciso 2011”, insieme ai lavori dei diciasette allievi e a trenta opere della giovane artista Federica Fiorenzani.

Un ringraziamento particolare a quanti hanno reso possibile non solo l’edizione di oggi, ma soprattutto i dieci anni di storia de “Il segno inciso”: in particolare ad Anna Bocco, Maria Giulia Burresi, Furio De Denaro, Ilario Luperini, Valerio Mezzetti, Manuela Paschi, Lucia Tongiorgi Tomasi.

Redattore: RENZO DE SIMONE

Informazioni Evento:

Data Inizio:29 settembre 2011
Data Fine: 16 ottobre 2011
Luogo: Pisa, Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi
Telefono: 050 2216060
E-mail: museodellagrafica@adm.unipi.it
Sito Web: http://www.museodellagrafica.unipi.it

Dove:

Pisa, Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi
Città: Pisa
Indirizzo: Lungarno Galilei 9

29 September 2011   Comments Off on “Il segno inciso 2011: l’ex libris”.

Pubblicità