Tutto quanto fa ex libris

Random header image... Refresh for more!
Pubblicità

“Il Boccaccio inciso”


Dal comunicato stampa.

Continua il percorso della mostra itinerante “Il Boccaccio inciso”, dopo Budapest e Pienza sabato 6 luglio  la mostra viene  inaugurata nel Museo Civico di Montepulciano.

'Il Boccaccio inciso' a Montepulciano

‘Il Boccaccio inciso’ a Montepulciano

Il Boccaccio inciso

Il progetto proposto da Gian Carlo Torre a Giancarlo Mezzetti, nell’estate 2012, da sottoporre a Paolo Tiezzi Maestri, Presidente della Società Bibliografica Toscana, per fornire il proprio contributo alla celebrazione del settimo centenario della nascita di Giovanni Boccaccio, è divenuto realtà operante.

La mostra vede confermato il suo carattere itinerante dopo Budapest e Pienza viene esposta dal 6 luglio , giorno dell’inaugurazione, al 8 settembre nei locali del Museo Civico e Pinacoteca Crociani di Montepulciano.

Le tematiche oggetto dei centouno ex libris esposti, realizzati dai settantatre Artisti invitati, con tecniche xilografiche e calcografiche, illustrano e narrano, sia al visitatore casuale che al conoscitore esperto del Boccaccio e del mondo dell’incisione, luoghi, incontri e momenti salienti della sua vita, brani delle opere e di trenta delle novelle del Decameron, partendo dai riferimenti alla allegra brigata che si incontra in Santa Maria Novella. Suggestivo, tra gli incontri, il riferimento a Barlaam Calabro di Seminara, insegnante di greco di Petrarca, e di Boccaccio; la conoscenza del greco contribuì, con la riscoperta dei testi greci, a tutto ciò che contribuirà alla nascita e allo sviluppo del movimento umanista.

Nel contempo ricorrendo in questo anno 2013 il centenario della nascita del Professor Vittore Branca il massimo studioso del Boccaccio e di fondamentale importanza per la vita culturale italiana e internazionale, lungamente alla guida della Fondazione Cini, possiamo ammirare alcuni ex libris dedicati alla Sua figura di ricercatore e filologo. In uno in particolare si ripercorre il percorso di studio del codice autografo di Boccaccio, Hamilton 90, sancito da Branca e Ricci, databile al 1370, la collaborazione con con Tilo Brandis , Ekkehard Vesper della Staatsbibliotek di Berlino e Eugenia Govi della Marciana di Venezia; l’edizione critica secondo l’autografo Hamiltoniano a cura di Branca fu curata per l’Accademia della Crusca e data alle stampe nel 1976.

Fondamentale il ruolo dell’ex libris nel mondo del bibliofilo, traccia e guida della storia delle biblioteche e delle donazioni librarie, come si evince nell’ex libris riferito al dialogo tra Fresco da Celatico e la nipote Cesca ove sullo sfondo fiorentino osserviamo i tanti libri sparsi sul letto intorno a Cesca “il ricordo per la letteratura e il desiderio di riportare l’ex libris nel mondo della bibliofilia”.

Legame sancito dal percorso della mostra dalla XX edizione del Festival Internazionale del Libro di Budapest, 18 – 21 aprile 2013, alla Galleria dell’Istituto Italiano di Cultura di Budapest, a Pienza, casa madre della Società Bibliografica Toscana, a Montepulciano, ove nella sede museale del Museo Civico e Pinacoteca Crociana le radici si sposano con i frutti dell’arte, e a Certaldo sede naturale della vita di Gianni Boccaccio.

Fonte: http://www.museisenesi.org/articoli/il-boccaccio-inciso

Notizia dell’inaugurazione (con foto) sul sito della Società Bibliografica Toscana.

  Comments Off on “Il Boccaccio inciso”

Tranquillo Marangoni dalla luce alla forma


Dal comunicato stampa.

20 Luglio – 20 Settembre 2013

 

Al Museo Ex libris Mediterraneo

presentazione ed inaugurazione della mostra: Sabato 20 Luglio 2013 ore 18.00

 

Tranquillo Marangoni - dalla luce alla forma

Tranquillo Marangoni – dalla luce alla forma

Orari di apertura

martedì e giovedì: 8.30-12.30 e 15.00-19.00

lunedì –  mercoledì – venerdì: 15.00-19.00

In agosto e settembre, il martedì e il venerdì il Museo resterà aperto anche la sera dalle 20.30 alle 23.00

sabato e domenica a richiesta

 

Museo Ex libris Mediterraneo – Progetti Farnesiani – Comune di Ortona

Con il patrocinio e contributo

del Comune di Ortona, della Fondazione Carichieti

Con il patrocinio

della Provincia di Chieti, dell’AIMSC, di grafica inSIEME, della rivista inPRESSIONI

 

Il Museo Ex Libris Mediterraneo organizza una mostra dedicata a Tranquillo Marangoni. Le opere esposte sono parte dell’intero corpus exlibristico dell’artista friulano che gli eredi hanno voluto donare al nostro Museo. Fin da ora il Museo esprime il suo ringraziamento organizzando con l’egida del Comune di Ortona questa rassegna, doveroso e sentito omaggio al grande interprete della xilografia italiana del secolo scorso.

 

Tranquillo Marangoni, ex libris per Biblioteca Comunale Salvatore Bono, Montelepre

Tranquillo Marangoni, ex libris per Biblioteca Comunale Salvatore Bono, Montelepre

Tranquillo Marangoni (Pozzolo del Friuli1912 – Ronco Scrivia 1992) fin da ragazzo aiuta il padre prendendo dimestichezza con il legno, dal 1927 lavora  prima presso un mobiliere per poi impiegarsi presso la fabbrica di sci Lamborghini di Udine come capo-reparto. Nel 1939 è assunto come disegnatore edile e arredatore navale presso i cantieri navali di Monfalcone che lascerà nel 1962.

A trent’anni, da autodidatta, inizia a incidere il legno e la sua prima opera nel 1942 è un ex libris eseguito in treno, tra Monfalcone e Udine, con un bulino ricavato da uno spezzone di lima. Dal 1966 si dedica completamente all’incisione e all’insegnamento prima presso il Liceo Artistico di Savona poi dal 1967 al 1971 dirige il Nuovo Liceo Artistico Statale di Genova, dove insegna fino al 1981.

Illustra vari libri tra cui I lavoratori del mare di Victor Hugo per il Limited Club di New York e la Santa Teresa di Gesù, capolavoro della sua maturità. Varie le attività artistiche nelle quali ha operato: affresco, graffito, mosaico, xilografia, tessitura dell’arazzo, stampa delle stoffe, illustrazione del libro, grafica pubblicitaria, decorazione del vetro. Da ricordare la creazione in legno, fra il 1951 e la metà degli anni sessanta, di decorazioni, pannelli, fregi, bassorilievi per le grandi navi da cociera italiane.

Per le poste italiane ha realizzato venti francobolli. È stato presente a numerose biennali di Venezia (nel ‘52 ‘54 ‘56) e quadriennali di Roma. Fra gli altri riconoscimenti è stato membro corrispondente della Reale Accademia Albertina del Belgio e membro onorario della “Royal Society of Painter, Etchers and Engravers” di Londra. È stato presidente della Sezione Italiana della Xilon e dell’Associazione Incisori Veneti. Ha realizzato 1497 opere xilografiche fra le quali si contano 183 ex libris.

Tranquillo Marangoni, ex libris Franco Vattolo architettlo

Tranquillo Marangoni, ex libris Franco Vattolo architettlo

 

Tranquillo Marangoni, ex libris 'In primis'

Tranquillo Marangoni, ex libris ‘In primis’

Tranquillo Marangoni, ex libris Dr. Remo Palmirani

Tranquillo Marangoni, ex libris Dr. Remo Palmirani

Ex libris Tranquillo Marangoni

Ex libris Tranquillo Marangoni

 

  Comments Off on Tranquillo Marangoni dalla luce alla forma

Mostra di incisioni: ‘Dall’ombra al segno’ di Luciano Pea e Giancarlo Barbieri


Dal comunicato stampa.

Luciano Pea – Giancarlo Barbieri, incisioni

Dall’ombra al segno8 – 29 settembre

inaugurazione, domenica 8 settembre h. 10:00

'Dall'ombra al segno' - Giancarlo Barbieri, Luciano Pea

‘Dall’ombra al segno’ – Giancarlo Barbieri, Luciano Pea

Ci sono vari modi per giungere al tipo di arte colta che definiamo, un poco sommariamente, citazionismo. La via più breve è la via accademica […] l’altra via, non opposta, anzi per vari aspetti complementare alla precedente, è quella, meno operativa e meno legata al mestiere, della memorizzazione delle immagini […]

Giancarlo Barbieri appartiene in sostanza al secondo gruppo: le sue scelte rappresentative e stilistiche testimoniano una forte coscienza dell’attualità […]

E gli va dato atto della precocità con la quale, in un contesto iperrealista, egli si mise a fare dell’iperrealismo fantastico a modo suo: contrapponendo alla realtà divenuta finzione, cioè rappresentazione fotografica e non più vita, un’immaginazione divenuta realtà, il popolarsi del proprio mondo e spazio vitale di presenze altrettanto forti ed esplicite quanto quelle carnali: il luogo dell’arte è appunto il luogo dell’impossibile, ma anche quello dove ogni cosa rappresentata
ha la medesima carica vitale.[…]

Rossana Bossaglia

 

Luciano Pea esegue dipinti e grandi incisioni come colate di luce e buio che paiono affondare in un “paesaggio internato” in una luminosità oscura “ una vischiosità vitale e allucinata in cui strappare residui di avventure umane e letterarie e remote reliquie di luce.

Fausto Lorenzi

8 – 29 settembre 2013

Orari: martedì / venerdì 10 – 12,
sabato e festivi 10 – 13.00, 15.00 – 19.00
Museo della Stampa – Casa degli Stampatori ebrei
via Lanfranco, 6/8 – 26029 Soncino – CR
per informazioni: tel. 0374 – 84883; e – mail: prolocosoncino@tin.it
Web: www.prolocosoncino.it

  Comments Off on Mostra di incisioni: ‘Dall’ombra al segno’ di Luciano Pea e Giancarlo Barbieri

Giallo di Bruno Missieri. Incisioni e pastelli.


Dall’email d’invito.

Giallo

di Bruno Missieri

Incisioni e pastelli

Sabato 7 e domenica 8 settembre

Centro polifunzionale – piazza Negri 3

Cassinetta di Lugagnano (MI)

inaugurazione sabato 7 ore 21.00

Giallo di Buno Missieri - Incisioni e pastelli

Giallo di Buno Missieri – Incisioni e pastelli

 

  1 Comment

Inaugurazione “mostranonmostra” non di ex libris e non di grafica (?!)


Dal comunicato stampa.

E’ con vivo piacere che invito amici e conoscenti nel mio studio per una mostranonmostra intitolata

I LAVORI DELL’INVERNO

No, non si tratta delle mie solite acqueforti e neppure di una mostra d’arte, tutt’altro: nel corso dell’inverno mi è sorta una voglia irrefrenabile di ritornare a lavorare con carta, forbici e colla come quando ero bambino inseguendo ricordi ed emozioni. Unica vistosa novità, a parte i lavori un po’ più elaborati, la colla; il vinavil ha sostituito, con tenuta stupefacente, il vecchio impasto di acqua, farina e aceto.

Un amico del settore salute mentale ha detto che si tratta di vera e propria regressione. Allora, il titolo più adeguato della piccola mostra potrebbe essere questo:

Teatrini regressivi di carta (assolutamente inutili)

Come spesso succede, però, nulla si rivela più indispensabile dell’inutile. Non so se la voglia di giocare mi ha fatto star bene o se è successo il contrario; sta di fatto che ho passato delle belle ore che mi hanno accorciato un inverno in cui tanto mi è mancato non poter fare sci di fondo, belle camminate e altre cose ancora…

Questi lavori mi hanno regalato bei momenti, quasi una felicità ai tempi della crisi e della depressione generalizzata e, invitandovi in studio, spero che anche qualcuno di voi ne trovi qualche piacere e, magari, gli si accenda la fantasia e la voglia di farsi contagiare. Per diventare “cartisti” basta poco: carta, cartoncini, colla, taglierino, forbici e un’idea; tutto a costo quasi zero, indicato per i tempi che corrono. L’esposizione è solo (solo?) l’occasione per due chiacchiere e, per chi volesse cominciare a far qualcosa, sarà attivo anche un semplice laboratorio per provare a riappropriarsi della manualità. E’ sufficiente portare uno stick di colla ed un paio di forbici (per i bambini, di cui è gradita la partecipazione, occorrono quelle con le punte arrotondate).

Carte, cartoni e altri materiali occorrenti sono sul posto.

Vi aspetto nel mio studio (Piacenza – Via Garibaldi 65, I° piano) che, per l’occasione, sarà aperto nei seguenti giorni: giovedì, venerdì e sabato dalle 15,30 alle 19,00 a partire dal 5 e fino al 20 aprile.

Una piccola inaugurazione avrà luogo il giorno venerdì 5 aprile dalle 15,00 alle 19,00.

Roberto Tonelli

N.B. Potrei anche unire qualche foto in anteprima dei lavori ma mi piace l’idea di stuzzicare i più curiosi anticipando solo qualche titolo: “Una visita inattesa”, “Uno sparo nel bosco”, “Il mondo”, “Attorno a casa”, “Il melomane”, “Crisi anche nella carta straccia”, “Stultifera navis”, “Torno subito”, “Il nonno” e così via…

  Comments Off on Inaugurazione “mostranonmostra” non di ex libris e non di grafica (?!)

Inaugurazione mostra: “Il volo illustrato. Sogni e realtà negli ex libris”


Dal comunicato stampa.

I soci  del  Lions Club Fossano e Provincia Granda  sono lieti di invitare la  S.V. Ill.ma  alla inaugurazione della mostra di ex libris dal titolo “Il volo illustrato. Sogni e realtà negli ex libris” curata dal dott. Gian Carlo Torre e patrocinata dalla Città di Fossano, che si terrà  sabato 6 aprile 2013 alle ore 10,45  presso la sala polivalente del Castello degli Acaja di Fossano.

Seguirà visita guidata alla mostra e aperitivo.

La mostra, il cui ingresso è gratuito, sarà aperta fino a domenica 21 aprile con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 15 – 18, sabato e domenica 10 – 12 e 15 – 17.

L’imponente e maestosa costruzione in cotto voluta da Filippo I° di Acaja, che ristrutturata nel ’500 accolse gli affreschi “a grottesche” del fiammingo Jan Kraeck, italianizzato in Giovanni Caracca, e la Madama Reale Cristina di Francia, tra i suoi ospiti, è attualmente sede dal 1985 della Biblioteca Civica di Fossano, recentemente arricchita dalla donazione degli eredi Vallora, dell’Archivio di Stato e delle strutture deputate alle attività culturali.

Le arcate rinascimentali del cortile interno ci portano a “Il volo illustrato. Sogni e realtà negli ex libris”, mostra voluta da Gianni Carbone, Governatore del Distretto 108 Ia-3, che ha dedicato al volo gran parte della sua vita, pensata ed approfondita negli ultimi due anni, supportata dall’entusiasmo di Giorgio Ghiberti, bibliofilo e amante dell’ex libris, coordinata  e condivisa nella realizzazione da Lidia Virano, Presidente Lions Club Fossano e Provincia Granda.

Il percorso espositivo ci guida nella storia della conquista del cielo, mediante il volo, dal mito di Dedalo e Icaro ai giorni nostri, senza tralasciare le fantasie dei tappeti volanti e i voli di carta o gli aquiloni che ci incantavano da ragazzi.

Scorrono sotto i nostri occhi gli avveniristici studi di Leonardo da Vinci sul volo e i suoi progetti riferibili al paracadute e all’elicottero. Il mondo delle mongolfiere e dei dirigibili ci introduce  ai fratelli Wright con i quali entriamo nella storia dell’aereo e dell’aereonautica, dagli iniziali velivoli giungiamo  ai velivoli supersonici  e al  crollo della navigazione marittima transatlantica.

Dal desiderio del volo giungiamo alla conquista dello spazio e ai suoi protagonisti. Al termine della visita  l’immagine riferita ad Antoine de Saint-Exupery ci indirizza verso altri futuri sogni; come indicato da Lidia Virano  “magari riusciremo a volare pur tenendo i piedi perfettamente a terra”.

In catalogo il testo del Generale B.A. Vincenzo Pastore ci rende partecipi del salto generazionale degli ultimi quaranta anni  e ci introduce al “Solar Impulse”, l’aereo ad energia solare, e al “ Voltair” il primo aereo elettrico. Nicola Carlone  ci guida nella storia dell’ex libris indicandoci come il futuro dell’ex libris non sia dissimile dal passato e dal presente “continui a raccontare, fino a quando ci saranno sentimenti, e gioia e sconfitte e vittorie …

La voglia di rispecchiare e di non far scomparire un’epoca o un avvenimento, di lasciare traccia in futuro, perché coloro che ci stanno intorno ne comprendano l’importanza, perché chi verrà dopo ne impari il significato”. Gianni Menardi, già Direttore della Biblioteca di Fossano, ci lascia il seguente messaggio: “…gli ex libris possono suscitare interesse o semplice curiosità: primo vero passo di avvicinamento al libro, ancora il primo strumento di crescita culturale”.

  Comments Off on Inaugurazione mostra: “Il volo illustrato. Sogni e realtà negli ex libris”

Workshop di grafica d’arte – maggio-settembre 2013 – Castello di Montefiore Conca, Rimini, Italia


Dall’email di Umberto Giovannini.

Gentile Giancarlo,
mi chiamo Umberto Giovannini, sono incisore specializzato nella xilografia e attualmente dirigo il centro di incisione a basso impatto ambientale Opificio della Rosa; castello di Montefiore Conca (www.opificiodellarosa.org).

Il centro è un’organizzazione no profit che ha l’obiettivo di far conoscere e sviluppare tecniche incisorie nel rispetto dell’ambiente e della salute degli incisori. Ogni anno abbiamo un programma di residenze artistiche e workshop estivi, sia organizzati con le università inglesi Central Saint Martins di Londra (dove sono professore associato), della The Art Academy di Londra e delle accademie di belle arti di Roma e Messina.

Oltre a questo organizziamo ogni estate dei corsi aperti a tutti di diverso livello sempre su tecniche a basso impatto ambientale, dal bulino all’incisione non tossica alla xilografia.

Mi chiedevo se fosse possibile darci una mano a far conoscere le nostre iniziative, visto che sicuramente attraverso i vostri canali potremmo raggiungere quelle persone che sarebbero interessate ma che non avremmo modo di informare.

A presto e grazie mille
Umberto Giovannini
www.umbertogiovannini.it

Le allego la comunicazione dei corsi 2013:
Workshop di grafica d’arte – maggio-settembre 2013
maggio-settembre 2013
Castello di Montefiore Conca – Rimini – Italy
info: www.opificiodellarosa.org

I corsi di incisione hanno come caratteristica principale l’alto grado di specializzazione unito all’utilizzo di tecniche ecologiche: dalla xilografia giapponese alla calcografia fino alle più innovative tecniche incisorie. Il progetto di questi workshop nasce in collaborazione con l’East London Printmakers, che da anni utilizza e sperimenta tecniche grafiche a basso impatto ambientale.

Xilografia policroma 1: Camaïeu
by Umberto Giovannini
31 maggio – 2 giuno 2013

Bulino su rame 1: livello avanzato
by Jürgen Czaschka
1-5 luglio 2013

Incisione blu: corso di incisione calcografica non tossica
by Fabiola Mercandetti e Marco Innocenzi
8-13 luglio 2013

Illustrazione con linocut e letterpress
by Nick Morley
20-25 luglio 2013

Xilografia policroma 2: livello avanzato
by Umberto Giovannini
1 – 13 agosto 2013

Bulino su rame 2: livello avanzato
by Jürgen Czaschka
13-15 settembre 2013

Umberto Giovannini
Director
Opificio della Rosa
Castello di Montefiore Conca
Rimini, Italy

www.opificiodellarosa.org
info@opificiodellarosa.org

  Comments Off on Workshop di grafica d’arte – maggio-settembre 2013 – Castello di Montefiore Conca, Rimini, Italia

Mostra Internazionale Biennale – XIa edizione – “Grafica ed ex libris” – Omaggio a Luigi Servolini (1906 – 1981)


Dal comunicato stampa.

Mostra Internazionale Biennale – XIa edizione – “Grafica ed ex libris” – Omaggio a Luigi Servolini (1906 – 1981)

Si è inaugurata venerdì 15 marzo 2013 presso il Castello di Casale Monferrato,  la XI edizione della Mostra Collettiva Biennale Internazionale “Grafica ed Ex Libris”, organizzata dal Gruppo Arte Casale con il Patrocinio del Comune di Casale, della Amministrazione Provinciale di Alessandria e della  Regione Piemonte, Associazione Italiana Ex Libris.

Erano presenti: l’assessore alla cultura del comune di Casale Monferrato Giuliana Romano Bussola,
il Prof. Davide Sandalo presidente del circolo culturale “Ravasenga”, il presidente dell’associazione italiana ex libris Mauro Mainardi, oltre a numerosi artisti e pubblico. L’incisore Adriano Calavalle è giunto da Urbino.

La mostra è dedicata all’incisore Luigi Servolini (1906 – 1981) le cui opere sono state prestate dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno. Ricerca iconografica curata da Francesca Cagianelli, Conservatrice della Pinacoteca “Carlo Servolini” di Collesalvetti (LI). Si ringrazia anche il Comune di Castellamonte (TO) per aver messo a disposizione alcune lettere di Servolini conservate nella Biblioteca Civica¸ Fondo Teresio Rovere.

Hanno aderito 92 artisti incisori provenienti da  27 nazioni:
Francesca Agate, Ruslan Agirba (Ucraina), Ertan Aktas (Turchia), Kiril Andreev (Bulgaria), Angelo Arrigoni, Martin Baeyens (Belgio), Angelo Bagnasco, Ermes Bajoni, Ryszard Balon (Polonia), Vincenzo Balsamo, Robert Baramov (Bulgaria), Antonio Barbato, Pio Carlo Barola,  Mario Benedetto, Attila Borcsok (Ungheria), Pier Luigi Borla, Harvey Breverman (USA),  Adriano Calavalle, Eloy Campuzano Garcia (Messico), Lucia Caprioglio, Luigi Casalino, Andrea Casalone, Francesco Casorati, Raul Cattelani (Uruguay), Gianpaolo Cavalli, Ilenio Celoria, Plamenko Cengic (Croazia), Natalija Cernecova (Lettonia), Tina Ciravegna Giacone, Andrea Conti, Mauro Coppa, Luigi Corteggi Cortez, Giovanni Daprà, Andrea Disertori, Isabel Easton (Uruguay), Vladimiro Elvieri, Federica Fiorenzani, Concetto Fusillo, Mauro Galfrè, Mario Guadagnino, Elena Hlodec (Francia), Gunter Hujber (Repubblica Ceca), Maura Israel, Osvaldo Jalil (Argentina), Kayauko Jinno (Giappone), Harry Jurgens (Germania), Hristo Kerin (Bulgaria), Sergey Kirnitskiy (Ucraina), Antanas Kmieliauskas (Lituania), Peter Kocak (Slovacchia), Irina Kuzmina (Russia), Vladislav Kvartalny (Bielorussia), Nagy Laszlo Lazar (Ungheria), Marisa Lelii, Renato Luparia, Raffaello Margheri, Silvana Martignoni, Marius Martinescu (Francia), Franco Menegon, Pietro Messina, Jaroslav Minar (Rep. Ceca), Davide Minetti, Elena Monaco, Vairo Mongatti, David Morin Robles (Bolivia), Lyubomir Naydenov (Bulgaria), Juri Orlov (Estonia), Marcela Pankok (Argentina), Erika Penna, Gianfranco Penna, Giuseppe Pitruzzello, Laura Rossi, Arpad Salamon (Slovenia), Mauricio Schvarzman (Argentina), Maurizio Sicchiero, Nesli Sisli (Turchia), Katarina Smetanova (Slovacchia), Giacomo Soffiantino, Francesco Tabusso, Sergio Tarquinio, Fernando Tiboni, Eugenia Timoshenko (Bielorussia), Maria Chiara Toni, Dumitru Horea Ungur (Romania), Frank Ivo Van Damme (Belgio), Gino Vercelli, Czeslaw Wos (Polonia), Roberta Zamboni, Marziya Zhaksygarina (Kazakhstan), Xiang Zhang (Cina), Nele Zirnite (Lettonia), Vladimir Zuev (Russia).

La mostra è documentata da  un catalogo di 120 pagine bilingue con testi e immagini delle opere e relativa biografia per ogni artista.
Sono esposti anche  ex libris realizzati dagli alunni dell’Istituto Superiore Statale “Leardi”, corso Grafico Pubblicitario, coordinati dagli insegnanti Francesca Agate, Pio Carlo Barola e Ilenio Celoria.
L’esposizione permette di mostrare le varie tecniche grafiche tradizionali quali xilografia, acquaforte, acquatinta, puntasecca, maniera nera, litografia, linoleografia, oltre a nuove sperimentazioni quali l’incisione su plexiglass, l’elaborazione fotografica, l’utilizzo del computer.
La mostra vuole, oltre a far conoscere la stampa, far conoscere l’ex libris, ovvero quel piccolo foglietto che identifica la personalità e il mondo poetico del proprietario del libro.
Alcune scuole cittadine si sono già prenotate per portare le classi  a visitare la mostra nella splendida cornice del Castello del Monferrato.

Chi volesse maggiori notizie sulla mostra  può contattare il Gruppo Arte Casale  tel.0142/781092  –  0142/55587  e-mail:  barolapio@libero.itwww.graficaedexlibris.it

  Comments Off on Mostra Internazionale Biennale – XIa edizione – “Grafica ed ex libris” – Omaggio a Luigi Servolini (1906 – 1981)

Libri Mai Mai Visti 2013 – XIX Edizione


Dal comunicato stampa.

Concorso e mostra per libri manufatti

Libri Mai Mai Visti 2013

XIX Edizione

Libri mai mai visti è – e vuole restare – un gioco per persone intelligenti e creative.

L’associazione culturale VACA vari cervelli associati e il Comune di Russi, indicono la DICIANNOVESIMA edizione di LIBRI MAI MAI VISTI concorso e mostra per libri manufatti, mai editi né presentati in pubblico o recensiti.

Regolamento

· La partecipazione è gratuita.
· Possono partecipare tutti coloro che hanno compiuto il 16° anno d’età.
· Sono ammesse opere di singoli e collettive.
· Per manufatto s’intende un libro di forma e dimensione a piacere, eseguito con qualsiasi materiale, ed abbastanza robusto per poter essere maneggiato dal pubblico.
· Il testo di qualsiasi lunghezza, può essere inventato o già noto, d’autore antico o moderno.
· Le opere selezionate resteranno esposte a Russi, ex chiesina in Albis, Piazza Farini, da sabato 7 dicembre 2013 a giovedì 16 gennaio 2014.
· Essendo peculiarità irrinunciabile della mostra che il pubblico possa toccare, sfogliare e maneggiare le opere, non saranno ammesse quelle che presentino pericolosità per i visitatori, in particolare vetri, specchi, lame, ecc.
· È fatto obbligo allegare traduzione in italiano qualora l’opera presenti testi in lingua straniera.
· È necessario allegare al manufatto una richiesta di partecipazione firmata (per accettazione del regolamento in ogni sua parte), in caratteri ben leggibili, indicando: titolo dell’opera ed eventuale descrizione, nome e cognome del/i partecipante/i, indirizzo e recapito telefonico, e-mail (se possibile).
I dati saranno tutelati a norma di legge. Per i gruppi, indicare nome e cognome di tutti ma indirizzo e recapiti di un unico referente.
· L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni ai manufatti durante i lavori d’allestimento e smontaggio della mostra, nonché per quelli dovuti ad usura, incidente o furto durante l’esposizione al pubblico, garantendo comunque la massima attenzione e sorveglianza delle opere.
· L’organizzazione si riserva di utilizzare i manufatti e la loro riproduzione parziale o totale per tutto quanto possa promuovere l’iniziativa, inoltre si riserva di prendere decisioni inerenti la manifestazione anche fuori dal presente bando.

Selezione

· L’organizzazione selezionerà le opere da esporre.
· Tutti i partecipanti riceveranno l’invito all’inaugurazione della mostra e all’assegnazione dei premi: SI PREGA INVIARE PROPRIA MAIL O MAIL DI RIFERIMENTO SCRITTA IN MODO LEGGIBILE!
– vincitori, segnalati e ammessi alla mostra saranno preavvertiti via email.
· L’organizzazione non motiverà le scelte selettive in quanto si avvale di esperti nei quali ripone totale fiducia e dei quali non discute le decisioni.

Giuria

· La giuria selezionatrice (la scorsa edizione composta daOrietta Berti , Serena Simoni, Ferruccio Giromini, Cesare Reggiani e Gianni Zauli), assegnerà i primi tre premi; gli altri premi e le menzioni saranno assegnati dall’associazione VACA.

Premi

· I premi saranno in libri illustrati antichi e/o moderni.
– 1° premio – valore circa euro 1.000
– 2° premio – valore circa euro 750
– 3° premio – valore circa euro 500
– premio VACA
– premio”Editoria”
– premio “Stupor sensibile
– premio “Arti e mestieri”
– premio “Genialità e simpatia”
– premio “Alvaro Becattini”
– premio “Bookbinding”
– eventuali premi ad hoc.
· I vincitori e segnalati sono invitati a lasciare le opere al Fondo Libri mai mai visti per ulteriori esposizioni.
SCADENZE
· I manufatti devono esser inviati dal 16/9/ al30/9/2013 al seguente indirizzo: Fucina VACA Via Dei Caduti per la libertà, 19 – 48026 RUSSI (RA) – I .
· Le consegne di persona sono possibili nei giorni: sabato e domenica dalle ore 16 alle 19 (sempre del periodo detto sopra) allo stesso indirizzo.

IMPORTANTE! RITIRO E RESTITUZIONE DELLE OPERE

· Il ritiro delle opere sarà possibile dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 di sabato 18 gennaio e domenica 19 gennaio 2014 presso la sede della mostra (ex Chiesa in Albis, Piazza Farini, Russi -RA-); dopo questa data i manufatti segnalati e /o vincitori di premi non ritirati saranno accorpati al Fondo libri mai mai visti, tutti gli altri saranno donati il 20 gennaio 2014 alle ore 19 (per motivi logistici).
· Chi intende ricevere l’opera restituita tramite posta (nelle dimensioni accettate), deve darne comunicazione all’atto dell’invio e allegare 15 euro o versarli nel ccp 33576182 intestato a VACA vari cervelli associati Via Dei Caduti per la Libertà 19, 48026 Russi -RA- e documentare l’avvenuto versamento. Per questioni organizzative non si accettano versamenti posticipati alla spedizione o consegna delle opere. Le rispedizioni avverranno entro il 31 marzo 2014.

Modalità particolari

· Si prega di non allegare cataloghi e curriculum.
· Non saranno date risposte telefoniche di nessun genere. Tutte le comunicazioni devono avvenire o via mail o per posta tradizionale all’indirizzo VACA dove è stato spedito il manufatto.
· N.B. La partecipazione implica l’accettazione del presente regolamento.

Per ulteriori informazioni

Fucina VACA via Dei Caduti per la libertà, 19 – 48026 RUSSI (RA) – I
mail: vaca@vaca.ithttp://www.vaca.it

  Comments Off on Libri Mai Mai Visti 2013 – XIX Edizione

Le mostre di grafica, incisioni e stampe di Casa Stampatori


Dal comunicato stampa.

Dal mese di marzo si apre la XIII stagione culturale presso la Casa Stampatori ebrei Museo della Stampa di Soncino.

Nel corso degli anni la Galleria Soncino ha inaugurato personali e collettive di importanti esponenti del segno inciso quali Bonizza Modolo, Margherita Michelazzo, Nella Piantà, Liliana Esteban, Roberto Rampinelli, Pino Finocchiaro, Roberta Pancera, Tobia Ravà, Raffaella Ravelli, Maria Corte, Sebastiano Italia, Luciana Nespeca, Olivia Pegoraro, Callisto Gritti, Luciano Pea, Silvia Papucci, Luigi Dragoni, Bianca Wolkenstein Braccini e molti altri ancora.

Il Museo è stato inoltre la cornice per concorsi internazionali ex libristici, corsi di incisione e annualmente ospita mostre per la Giornata Europea della Cultura Ebraica e, non ultima, la Biennale Internazionale dell’incisione “L’Arte e il Torchio” in collaborazione con l’A.D.A.F.A. di Cremona, che per il 2013 è stata sospesa.

Il programma di quest’anno prevede mostre di grafica, incisioni, e stampe coprendo in tal modo una vasta area della grafica d’arte da più parti d’Italia. Il Museo della Stampa sarà inoltre una delle sedi espositive della VII Biennale, a Marco, organizzata dal Quartiere3. Non ultima la mostra di ex libris dedicati al cinema.

Il programma è così strutturato:

24 marzo – 10 aprile,        Effimera mutazione,    Donatella Stamer, incisioni
14 aprile – 28 aprile,        Storie rubate alla luce,    Ivo Mosele, incisioni
19 maggio – 10 giugno,        Biennale internazionale dell’incisione – IL CINEMA
2 giugno – 16 giugno,        Incisioni,    Raffaello Margheri, incisioni
26 agosto – 30 settembre,    VII BIENNALE DELLE DI SONCINO, A MARCO, Quartiere3
8 settembre – 29 settembre,    Dall’ombra al segno, Luciano Pea – Giancarlo Maria Barbieri
19 ottobre – 27 ottobre,    Al di là del fiume e tra gli alberi, Lino Cosattini – Alfonso Goi

La stagione espositiva si apre con una personale, programmata per il 23 marzo, di Donatella Stamer, che mette a disposizione la sua esperienza per farci conoscere la sua arte in una mostra che durerà fino a Pasqua.

  Comments Off on Le mostre di grafica, incisioni e stampe di Casa Stampatori

Pubblicità