Artifex editore Home Page
Google
Cerca nel sito Artifex

Notizie e opinioni sul mondo dei libri e dell'ex libris. 24 maggio 2004
Lettere | Collaborate | Tutti i titoli

Block Notes

Torna alla copertina


pubblicità

Che cosa sono gli ex libris.
1 - 2 - 3

(pagine a cura di Mauro Mainardi)

L'espressione latina "ex libris", scritta su un libro (solitamente sul risvolto di copertina) e seguita dal nome di una persona o di un'istituzione, Ŕ un segno di proprietÓ del volume e precisa che proviene dalla biblioteca della persona o dell'istituzione indicati. Ha quindi lo stesso valore della firma o dell'etichetta con i dati personali che molte persone applicano su un libro di recente acquisto.

Nel Quattrocento, dopo la scoperta della stampa, questi segni di proprietÓ, oltre che essere scritti a mano, sono stati stampati su piccoli fogli e applicati ai libri, con il nome del titolare isolato, oppure inserito in una vignetta personalizzata. Tali vignette, eseguite da artisti incisori di grande valore (come Dürer, per fare un esempio) sono state applicate su alcuni incunaboli e su libri a stampa dei secoli successivi, incrementando con la loro presenza il pregio del libro e con esso sono conservate in prestigiose biblioteche, come preziose opere di arte libraria. Separate dal libro sono diventate, come grafiche d'arte, oggetto di conservazione nei musei e nelle collezioni private.

Il vero collezionismo di ex libris Ŕ iniziato alla fine dell'Ottocento (da quando si Ŕ ripreso a coinvolgere l'opera di artisti di alto spessore) e si Ŕ diffuso in modo particolare nel Novecento, associato a quello dei libri da parte di bibliofili, oppure senza nesso con un libro, come fossero solo grafiche d'arte "dedicate" a un committente e personalizzate dalla presenza del suo nome.

Il collezionista raccoglie sia ex libris a suo nome, sia quelli con altri nomi, acquisiti tramite le normali vie del mercato, oppure con lo scambio incrociato con altri collezionisti. La pratica dello "scambio" di ex libris, oltre a servire a incrementare una collezione di grafica, Ŕ utile anche a facilitare l'associazionismo tra persone che hanno interessi culturali comuni. Per questo Ŕ nata l'Associazione Italiana Ex libris (AIE), che Ŕ lieta di documentare anche in questa occasione la veritÓ dell'affermazione del grande musicista Robert Schumann: "L'estetica dý un'arte Ŕ quella delle altre, cambia solo la materia".

1 - Mostra e concerto a Milano, 30 maggio 2004
3 - Che cosa sono gli ex musicis


del.icio.us AddThis Social Bookmark Button


Testi e immagini © dei rispettivi proprietari
© Artifex 2004 - Tutti i diritti riservati.

pubblicità