Tutto quanto fa ex libris
Random header image... Refresh for more!
Pubblicità

InPressioni, numero 5, primavera 2012.


È giunto in redazione da pochi giorni il nuovo numero della rivista “inPRESSIONI”, colloquia graphica et exlibristica, anno 2, numero 4, autunno 2011. La presentazione del numero precedente è qui.

InPressioni, colloquia graphica et exlibristica, numero 5, copertina.

InPressioni, colloquia graphica et exlibristica, numero 5, copertina.

Di seguito il testo dell’introduzione:

Dopo l’omaggio a Adolfo De Carolis e a “L’Eroica”, quest’anno iniziamo ricordando il centenario della nascita di Tranquillo Marangoni e Remo Wolf, indimenticabili maestri e guide della xilografia italiana, proprio mentre inizia il percorso della mostra itinerante “1912-2012, I Cento anni della Xilografia italiana dalla Mostra Internazionale di Xilografia di Levanto ad oggi” (Finale Ligure, Complesso Monumentale di Santa Caterina, 3 Marzo – 1 Aprile / La Spezia, Palazzina delle Arti, 11 Maggio – 14 Ottobre / Collesalvetti (LI), Pinacoteca “Carlo Servolini”, 26 Novembre – 24 Gennaio 2013, nel contempo il testo di Martin Baeyens ci introduce nel mondo del CGD (Computer Generated Design), i profili di Vogeler e di Jurgens, la storia della collezione Pepita Pallé, gli ex libris a tema runico e la presentazione del “Schweizerische ex libris Club” completano questo quinto numero.

Comunico con costernazione che Furio de Denaro non è più tra noi. Ricordo Furio de Denaro incisore, xilografo e bulinista prestigioso, storico dell’arte, uno dei massimi studiosi delle tecniche incisorie, conosciuto in campo internazionale, membro della Society of Wood Engravers dal 1999. Dal 1978 fu impegnato nella didattica artistica, museale e universitaria di Trieste (Università, Istituto Statale d’Arte, Museo Civico di Storia e Arte, Scuola Libera dell’Acquaforte), Firense (Il Bisonte) e Pisa (Il Segno Inciso).

Ricordiamo il Suo “Domenico Tempesti e la teoria delle taglie” un lavoro di non comune portata critica e filologicamente ineccepibile, che considerava “momento di incontro e sintesi tra la ricerca di documentazione teorica e la relativa sperimentazione di questi processi”.

Persona schiva, alieno da certi soubrettismi, sposò la sua solida preparazione culturale di base e specialistica con una manualità incisoria prodigiosa; nell’ex libris come indicava Decio Gioseffi nel 1994 «ha trovato una nuova libertà con accostamenti al modernismo e recupero di tutte le tecniche incisorie del passato».

In redazione: Gian Carlo Torre, Marco Picasso, Priamo Pedrazzoli, Carlotta Giardini

Grafica: Giovanni Daprà, Ester Crisanti (www.lares.it)

Web: Renato Gelforte

Traduzione: Barbara Raineri (inglese), Tamara Osler-Schweers (tedesco)

Organizzazione: Bruno Zani, Elio Osler, Luigi Lanfossi

Sommario:

  • Tranquillo Marangoni, l’uomo nell’arte incisoria
  • Remo Wolf, innovatore e divulgatore
  • Heinrich Vogeler e i suoi ex libris
  • Harry Jürgens, grafico e artista illustratore
  • Disegno generato dal computer
  • Iscrizioni runiche sugli Ex libris
  • La collezione di Ex Libris “Pepita Pallé” di Barcellona
  • Il “Club Svizzero” degli ex libris
  • Concorsi ed Eventi Culturali – Competition and Cultural Events

 

Info: http://graficainsieme.ning.com/

(Artifex ha ricevuto in omaggio la rivista presentata)

Pubblicità