Tutto quanto fa ex libris
Random header image... Refresh for more!
Pubblicità

Gamba – Giovanni, Erminio, Silvio. Una famiglia amica della xilografia.


Ho da poco ricevuto il Taccuino di lavoro n. 18, pubblicato dalla Fondazione Italo Zetti, a cura di Bianca Zetti Ugolotti.

L’agile volumetto, 28 pagine in formato A5, a colori, contiene un ricordo/ritratto dei componenti della famiglia Gamba, conosciuti da Bianca Zetti Ugolotti; una documentazione in testi e fotografie relativa alla Premiata Officina Italiana.

Taccuini di lavoro n. 18, Fondazione Italo Zetti, dicembre 2010, copertina

Taccuini di lavoro n. 18, Fondazione Italo Zetti, dicembre 2010, copertina

Riproduco di seguito la parte iniziale del ricordo di Bianca Zetti Ugolotti:

Tornare dopo quarant’anni e trovare tutto uguale com’era allora è cosa rara in questi tempi di continui e spesso sconvolgenti cambiamenti nell’assetto urbano, nel paesaggio, nelle vite nostre e altrui. Lo devo dire: mi sono un po’ commossa. In via Moscova 25 è ancora tutto così come quando ci lavorava l’Erminio, al suo deschetto accanto alla finestra, unico punto luce nel buio stanzone ingombro di macchine vetuste, e la signora Elsa dalla stanza accanto si affacciava per offrirmi un caffè, prima che tornassi a casa con un legno per Italo accuratamente confezionato dalla medesima signora con carta di giornale. – Badi a non farlo cadere ché si ammaccano gli angoli! – mi pare ancora di sentirla, moglie-segretaria devota dell’Erminio e convinta ammiratrice del sciùr Zetti.

Ora non c’è più l’Ermino ma c’è Silvio, il figlio. Che gli somiglia molto, malgrado la stazza da atleta (…)

Tra le numerose fotografie, che corredano il Taccuino, ne ho scelte due:

Silvio Gamba incide con i bulini di papà una tavoletta in legno di testa, che ha appoggiato correttamente sul cuscinetto di cuoio.

Silvio Gamba incide con i bulini di papà una tavoletta in legno di testa, che ha appoggiato correttamente sul cuscinetto di cuoio.

Veduta d'insieme del laboratorio. Riconoscibili: in fondo, sotto il finestrone, il tavolino da lavoro di Erminio; sul lato destro il tornio; al centro il seghetto a pedale e la pialla a filo; sul lato sinistro in primo piano il trapano.

Veduta d'insieme del laboratorio. Riconoscibili: in fondo, sotto il finestrone, il tavolino da lavoro di Erminio; sul lato destro il tornio; al centro il seghetto a pedale e la pialla a filo; sul lato sinistro in primo piano il trapano.

Fondazione Italo Zetti
Sede Legale: Viale Sabotino, 15 – 20135 Milano
Sede Operativa: Via Gerolamo Cantelli, 7 – 43121 Parma
Bianca Maria Zetti Ugolotti (Presidente)
info@fondazioneitalozetti.it

(Artifex ha ricevuto una copia omaggio della pubblicazione presentata)

Pubblicità