Tutto quanto fa ex libris
Random header image... Refresh for more!
Pubblicità

I quaderni del museo di Ortona: 'Il paesaggio alpino negli ex libris di Remo Wolf'


'Il paesaggio alpino negli ex libris di Remo Wolf', in copertina ex libris di Remo Wolf per Gastone Mingardi, X1 col., 120x85 mm, 1985

'Il paesaggio alpino negli ex libris di Remo Wolf', in copertina ex libris di Remo Wolf per Gastone Mingardi, X1 col., 120x85 mm, 1985

Titolo: Il paesaggio alpino negli ex libris di Remo Wolf
A cura di: Cristiano Beccaletto
Prezzo di copertina: n.d.
Dati: 20p. – ill. – in 16° – in italiano
Anno: 2010
Editore: Museo Ex Libris Mediterraneo Ortona
ISBN: n.d.
I Quaderni del Museo n° 14

I Quaderni del museo sono piccoli volumi: hanno dimensioni di 14×16 cm (base x altezza) chiusi. Sono costituiti da 20 facciate. In pratica, cinque fogli piegati a metà e spillati al centro.

Il punto della situazione, con rimandi (che valgono da introduzione) al passato, è qui.

Il quattordicesimo libro della serie è dedicato alla mostra “Il paesaggio alpino negli ex libris di Remo Wolf”.

'Il paesaggio alpino negli ex libris di Remo Wolf', in copertina ex libris di Remo Wolf per Gastone Mingardi, X1 col., 120x85 mm, 1985

'Il paesaggio alpino negli ex libris di Remo Wolf', in copertina ex libris di Remo Wolf per Gastone Mingardi, X1 col., 120x85 mm, 1985

In copertina ex libris di Remo Wolf per Gastone Mingardi, X1 col., 120×85 mm, 1985

Apre il volume l’introduzione di Patricia Salomoni, Assessore alla formazione e al patrimonio civico dei saperi del comune di Ortona.

Seguono un saggio di Priamo Pedrazzoli, intitolato Remo Wolf e l’ex libris, e un ricordo di Cristiano Beccaletto, La nostalgia non è mai triste. Poi si apre la parte iconografica. Le illustrazioni riprodotte sono diciassette (più una in copertina, più una in quarta di copertina). Chiude il volume l’elenco degli ex libris in mostra.

Di seguito pubblico il ricordo di Cristiano Beccaletto

Qualche ora prima della sua dipartita chiese di potersi sedere in poltrona, davanti alla finestra ad ammirare il paesaggio delle sue amate montagne. Per un’ultima volta sentì il bisogno di salutarle con il solo sguardo – senza più i legni, le sgorbie e i coltellini – ne ripercorse le pareti, le rocce, gli anfratti, le nuvole, la neve, l’acqua. Ricordò forse con un po’ di nostalgia i tanti ex libris incisi a tema alpino, testimoni perenni della sua arte, quello che amo definire “filo sottile con l’infinito”. La montagna nella sua maestosa immutabilità era per lui simbolo di fatica, dedizione, rispetto; racconto un po’ fuori del tempo ma anche collegamento con il creato, con l’eterno trascorrere delle stagioni, metafora del pellegrinaggio umano su questa terra ma anche musa ispiratrice per artisti, poeti, scrittori.

Anche se i numeri non sono mai il primo parametro per misurare la validità di un artista, tuttavia è giusto ricordare che passano più o meno settantadue anni dagli esordi alla sua ultima opera, nell’agosto del 2002, quando Remo Wolf decise di posare i ferri del mestiere.  La qualità della sua arte è dai più conosciuta e apprezzata, ma fa un certo effetto conoscerne i numeri: il corpus completo delle incisioni conta circa 3800 grafiche libere (2700 xilografie e 1100 calcografie), circa 850 ex libris e 320 grafiche d’occasione, a questo si aggiungano le opere pittoriche e i disegni, È stupefacente .

Nella mostra sono presenti 55 ex libris di montagna, quasi l’intero corpus in materia. Spesso in questi fogli traspare una sorta di racconto autobiografico, segni sicuri, vigorosi, talvolta quasi scultorei, temperati dall’uso mai inutile del colore. E poiché Remo Wolf amava condividere la propria arte con la gente, anche nel tempo a venire continuerà a raccontarci la quotidiana scoperta del proprio mondo: sempre uguale e sempre diverso? A noi scoprirlo, fra cime, pareti a strapiombo, nuvole, nevi perenni. La nostalgia, come la montagna, non è mai triste purché un vento leggero ci sia propizio.

Per saperne di più:
http://www.exlibrismed.it/

(Artifex ha ricevuto in omaggio una copia del volumetto presentato)

Pubblicità