Tutto quanto fa ex libris
Random header image... Refresh for more!
Pubblicità

Nuove iniziative in vista da parte del Museo Ex Libris Mediterraneo di Ortona


Da una conversazione con Cristiano Beccaletto

L’inaugurazione della mostra  “Parole e Immagini per ricordare Ennio Flaiano” sarà l’occasione per annunciare alcune novità riguardanti le pubblicazioni del Museo:

EXLIBRISMED. Periodico semestrale dedicato alle attività del Museo, pubblicazione non rilegata in formato A4, 40 pag., bn e col., stampata in 400 esemplari. Ai primi 100 esemplari, riservati agli amici e ai sostenitori del Museo, è allegato un ex libris o una grafica originale. Argomenti trattati: bibliografie, conferenze, catalogo mostra annuale, donazioni, documenti, incontri didattici, inediti ed altri ritrovamenti cartacei, monografie, ricerche, scritti, testimonianze, reprint.

La copertina della nuova rivista 'Exlibrismed', dedicata a Ennio Flaiano

La copertina della nuova rivista 'Exlibrismed', dedicata a Ennio Flaiano

Il catalogo della mostra, che ha per titolo “Parole e immagini per ricordare Ennio Flaiano”, è il numero zero di “EXLIBRISMED –  Periodico semestrale del Museo Ex libris Mediterraneo di Ortona” edito da Progetti Farnesiani. Ai primi 100 esemplari, riservati agli amici e ai sostenitori del Museo, è allegato l’originale di Furio de Denaro: Ex libris Museo Ex Libris Mediterraneo, Ennio Flaiano 1910-2010, xilografia su legno di testa X2, mm 90×72. Il tema dell’opera è ispirato all’aforisma: In Italia la linea più breve tra due punti è l’arabesco.

Un’ex libris pensato come omaggio a Ennio Flaiano, nel centenario della sua nascita, ha in sé un valore aggiunto: oltre a essere “il ritratto intellettuale del lettore che palesa il suo pensiero, i suoi gusti, le sue passioni e anche le verità e i valori nei quali si riconosce”, è anche l’interpretazione dell’opera di Flaiano proposta dall’incisore. Come un lettore legge e comprende ciò che vuole – o può comprendere – dell’opera di uno scrittore, così è per l’artista che coglie i sogni di quel libro, di quell’autore e li trasforma in altri sogni, in momenti grafici e poetici: i suoi segni e i suoi sogni nero su bianco. Anche loro scrittura, con un proprio alfabeto, con una propria sintassi, diversi però, questi segni e questi sogni d’artista, l’uno dall’altro.

Non vi è dubbio che il grande scenografo abbia positivamente ispirato gli artisti coinvolti a tradurre in immagini le sue originali idee e non vi è dubbio che i titolari degli ex libris poco abbiano influito sulla genesi e sulla realizzazione dell’opera compiuta, ma tant’è alla fine anche gli artisti lo sanno, hanno creato un ex libris non solo ispirandosi all’opera di Flaiano ma per Flaiano stesso, contravvenendo forse al pensare comune dell’establishment, ma regalando a Flaiano un’interpretazione delle sue opere completamente disinteressata, per il solo piacere di ricambiare l’emozione provata leggendo un aforisma o vedendo un film. In fin dei conti Flaiano non è poi così lontano, se guardiamo sulle nuvole – quando ci sono – lo vedremo con i piedi ben piantati e lo sguardo sornione.

EXLIBRISMED digitale. Oltre al periodico EXLIBRISMED, pubblicato sul web nella sezione “Centro Studi Exlibristici”, saranno trattati i seguenti argomenti: catalogo completo delle opere esposte nelle mostre e quanto non pubblicato nel formato cartaceo.

I Quaderni del Museo. Mostre di artisti e tematiche, formato cm 16×14, 20 pag.

Exlibrismed.it. Sito web del Museo.

Pubblicità